Statuto

Attualmente i vigenti Statuti Generali della Società dei Liberi Muratori, (derivati per altri versi anche dall'edizione dell'Oriente di Napoli del 1820) così recitano:
"...I suoi principi si compendiano in queste due massime: Conosci te stesso - Ama il prossimo come te stesso; la Massoneria è una libera associazione di uomini indipendenti, i quali non sono soggetti che alla propria coscienza, e si impegnano a praticare un Ideale di Pace, d'Amore e di Fratellanza; ha per scopo il perfezionamento morale della Umanità, e per mezzo la propaganda di una vera Filantropia, con l'impiego di usi e forme simboliche; impone a tutti i suoi adepti il rispetto delle opinioni altrui ed interdice loro nelle riunioni ogni discussione politica e religiosa, per così costituire un centro permanente di unione fraterna in cui regni una perfetta armonia di pensiero.

I Liberi Muratori si riuniscono in luoghi speciali, chiamati Logge, onde lavorarvi ritualmente con zelo ed assiduità e non debbono ammettervi se non uomini e donne, se non maggiorenni, di perfetta reputazione, persone d'onore, leali e discrete, degne sotto tutti i punti di essere loro fratelli o sorelle.
Essi imparano nelle Logge ad amare la Patria, l'Umanità, a sottomettersi alle leggi, a considerare il lavoro come un dovere essenziale dell'essere umano, che esso fortifica e rende migliore, e, perciò ad onorare il lavoro sotto tutte le forme, a fare con la parola, con l'esempio, con gli scritti, ogni propaganda utile, sotto la riserva del segreto massonico..."
Ed i suoi articoli principali così affermano:

  1. L'ordine dei Liberi Muratori appartiene alla classe degli Ordini Cavallereschi: ha per fine il perfezionamento degli uomini ed il bene della Patria e della Umanità.
  2. I liberi Muratori, di qualunque Paese essi siano, sono membri di una sola grande famiglia, come una è la specie cui appartengono, uno il globo che abitano, una la natura che contemplano.
  3. L'Ordine è costituito da tre gradi detti simbolici: 1° grado: Apprendista; 2° grado: Compagno; 3° grado: Maestro.
  4. I Liberi Muratori esercitano i loro lavori divisi in società che si chiamano Logge. Queste adottano un titolo che le distingue l'una dall'altra. I paesi o luoghi dove le Logge esistono si denominano: Orienti.
  5. Le Logge si convocano sotto gli auspici di S. Giovanni Evangelista, rappresentativo della chiave esoterica indispensabile per la comprensione dei simboli e dei rituali per aprire la porta del Tempio interiore.

  6. I presidenti delle Logge -Venerabili - riuniti in Assemblea generale, costituiscono la Gran Loggia d'Italia.
  7. Il potere esecutivo della Gran Loggia d'Italia è il Governo dell'Ordine presieduto dal Gran Maestro .