La Storia

La storiografia di impronta tradizionale si confronta con l'importante problema delle fonti, generalmente rappresentate da documenti scritti o iconografici. Per quanto riguarda la storia dell'Ordine Massonico, si evidenzia la necessità di dover colmare non poche lacune di una realtà che si è sempre basata prevalentemente sulla trasimissione orale. Inoltre, come generalmente è accaduto con la sapienza iniziatica che, proprio perché tale, si è spesso posta in antitesi con il sapere ufficiale del mondo profano, quanto più una informazione era importante, basilare, depositaria della verità, tanto più questa veniva nascosta, cancellata o negata. Perciò, la mancanza di documenti e testimonianze, o la presenza di evidenze contrarie è stata considerata dalla tradizione ? per necessità ma anche paradosso ? PROVA di verità.

C'è perciò, per chi intende dare alcune informazioni sulla storia della M., la necessità di saldare tradizione e congettura a documentazione senza pretendere di pervenire ad una ricostruzione certa dei fatti.
Inoltre, in mancanza di documenti ufficiali, occorre accettare la necessità di desumere da pochi elementi documentati (p.es. l'esistenza di logge da registrazione su diari privati di avvenute iniziazioni) realtà assai più ricche ed articolate. D'altronde, proprio lo storico C. Ginzburg (Miti, Emblemi e Spie - 1986) ha rivendicato allo studioso la necessità di ipotizzare cause ignote da elementi noti.

Secondo il francese C. Jaques (Storia della M., 1975) non è accettabile, per la mentalità moderna, fondere la storia dell'Istituzione col suo simbolismo, ma occorre ricordare come il suo sviluppo sia intimamente connesso con la comprensione maggiore o minore dell'eredità di cui è depositaria. La parte più interessante della ricostruzione storica sta appunto nel recuperare dalle antiche costituzioni il corpus leggendario di cui sono portatrici, poiché in esso vive quello spirito esoterico che della Massoneria è la più autentica sostanza. Ciò che è solo allegorico non può essere interpretato come fatto, ma deve essere compreso come senso.
In ogni caso, come fratellanza tuttora esistente, ma con testimonianze scritte di quasi 600 anni, la Massoneria è già una delle più antiche istituzioni umane documentate.

La storia dell'Ordine Massonico può essere generalmente trattata considerando tre macro-suddivisioni.

  1. Dall'antichità al 1390, data del Poema Regius, di autore anonimo - quello che viene concordemente considerato come il primo documento scritto dalla Massoneria.
  2. La fase Operativa, dal 1390 al 1717, data della fondazione della Gran Loggia d'Inghilterra.
  3. La fase Speculativa - dal 1717 ad oggi.

Accenneremo nelle pagine seguenti agli elementi fondamentali per disegnare un possibile sviluppo della sua storia e comprendere qualcosa dell'Istituzione.