Solidarietà - I giovani massoni in pediatria

La giornata dei super bimbi - La consulta dei giovani massoni della Calabria, facendo una donazione al reparto di Pediatria e Onco-Ematologia dell'HUB a.o. di Cosenza, ha fatto visita ai piccoli pazienti del reparto

In una giornata apparentemente come tutte le altre al reparto di Pediatria e Onco-Ematologia di Cosenza, creando stupore fra i piccoli pazienti, si sono presentati alcuni super-eroi a giocare con loro. Una maschera non crea un eroe ma un gesto di solidarietà può fare uomini migliori, sia in chi lo fa che in chi lo riceve. Si trattava di alcuni giovani massoni calabrasi  che in questa maniera hanno voluto creare l'occasione per far vivere ai bimbi ricoverati alcuni momenti di serenità e di distrazione.

Il proposito il Delegato Magistrale della Regione Calabria ha detto:

"La Consulta giovani massoni della Regione massonica calabra ha voluto intitolare il suo primo progetto regionale della Gran Loggia d’Italia "La giornata dei super bimbi".

La proposta del Fratello Joseph Francesco Giovanni Veneziano nasce dalla sua idea di scendere in campo, senza maschere, per ridurre le distanze con il mondo non massonico. La richiesta ha avuto sin da subito un accoglimento totale sia da parte della delegazione magistrale sia da parte di tutti i ragazzi della Consulta Giovani Massoni.

L’evento si sviluppava su due fronti: da una parte veniva consegnato, come da richiesta, un computer full optional, dall’altra l’evento prevedeva il travestimento da personaggi di fantasia dei giovani massoni, creando un contatto diretto con i piccoli pazienti del reparto di Pediatria e Onco-Ematologia dell’ HUB a. o. di Cosenza.

I giovani hanno voluto non dar peso a pregiudizi e luoghi comuni che attanagliano la nostra istituzione, ed è stato quindi deciso di presentare il progetto al reparto ospedaliero come una iniziativa della Consulta giovani Massoni della Gran Loggia d’Italia degli A.L.A.M.; con immenso piacere abbiamo notato come molti dei muri che sembravano  dividerci fossero illusori. Abbiamo avuto, vista l’importanza e la sensibilità dell’evento, un sostegno totale sia dai fratelli che dalla società.

Alla fine di tutto, quest’evento ha comportato molteplici vittorie: la felicità dei bambini, l’aiuto dato al suddetto reparto, il contatto diretto fra la Gran Loggia d’Italia e la società, l’unione senza discriminazioni sotto un’unica volta stellata."

La gioia più grande, per chi ha partecipato a questo evento, è stata vedere gli occhi felici dei piccoli pazienti e la riconoscenza manifestata, senza pregiudizi, da parte di alcuni genitori per il dono fatto: alcuni momenti di distrazione e di gioco a chi sta attraversando un momento difficile.

Qui la galleria fotografica dell'iniziativa